Associazione Rimini Sparita

L’Associazione “Rimini Sparita” nasce nel 2012, grazie all’aggregazione di un gruppo di cittadini desiderosi di proporre, in modo gratuito e accessibile, il patrimonio storico-culturale riminese attraverso i canali digitali.
Nel tempo l’iniziativa ha riscosso un tale successo tra il pubblico e le istituzioni da rappresentare, a suo modo, un riferimento spesso citato dalle testate locali
quale esempio di utilizzo pedagogico del web e di divulgazione iconografica. La redazione, che presta la propria competenza e passione in modo totalmente volontario e gratuito, è anagraficamente eterogenea e composta da soggetti con competenze variegate e
complementari.

Com’è nato il progetto Super8 in DVD?
“Rimini Sparita” collabora da due anni con la Cineteca del Comune di Rimini analizzando e catalogando i “film di cassetto”, fondo che raccoglie le donazioni dei filmini privati familiari in formato Super8. I documenti filmati hanno spesso immagini
rare e pregevoli, ma talvolta di bassa qualità e di difficile fruizione a causa del degrado
legato al trasferimento dall’analogico al digitale e della scarsa risoluzione dei files.
Da qui l’idea di acquistare uno specifico scanner compatibile con il formato “Super8”, che
permetta l’acquisizione in Alta Definizione dei filmati.
Ciò consentirà ai cittadini di digitalizzare gratuitamente il proprio patrimonio audiovisivo e alle istituzioni di aumentare la qualità dei propri archivi riprocessando i supporti a costo zero. L’Associazione, proporrà a tutti gli interlocutori la possibilità di pubblicare estratti o
filmati integrali sui propri canali o su nuovi portali online, per la migliore diffusione.

Come avete pubblicizzato la vostra raccolta fondi tramite Eticarim.it durante “Un dono lungo un mese”?
Appena abbiamo saputo dell’iniziativa, abbiamo “pungolato” regolarmente la nostra “community” (all’epoca composta da circa 13.000 persone) attraverso banner,
post e messaggi mirati quotidiani grafici e testuali. Tali comunicazioni, elaborate con sottile ironia, hanno divertito e coinvolto gli interlocutori più sensibili trasmettendo
la nostra passione e le motivazioni ideali e progettuali che muovevano la richiesta di fondi.

Quali saranno gli sviluppi futuri del progetto, anche grazie alla raccolta di Eticarim.it e contributo di Banca Carim?
La nostra priorità rimane l’acquisto dello scanner per pellicole “Super8”. Nel momento in cui l’Associazione riuscirà ad acquistarlo, avvieremo le collaborazioni a tutti i livelli sfruttando ogni mezzo di comunicazione in nostro possesso. La destinazione finale dei filmati digitalizzati, almeno nelle nostre intenzioni, è quella di creare un fondo pubblico presso la Cineteca riminese a disposizione dei cittadini e un portale web ad accesso gratuito. Siamo pronti a ripetere la bellissima esperienza con Eticarim.

Qui il link al progetto su Eticarim.it: “Super8 in HD

Di seguito le foto dell’ultima iniziativa curata e ideata dall’Associazione Rimini Sparita, “L’altalena sul mare”.