“Un dono lungo un mese” di Associazione Namastè Onlus

Era il 26 dicembre 2004 quando arrivò lo tsunami nell’Oceano Indiano con la sua onda ciclopica che portò distruzione e morte. 230mila i morti, interi villaggi rasi al suolo, compreso Colachel sulla sponda orientale dell’India meridionale.

NAMASTE Onlus – che opera da oltre vent’anni nelle aree più povere del sud dell’India per garantire ai bambini e ai ragazzi in condizione di povertà il diritto allo studio e alla salute, soprattutto attraverso il sostegno a distanza – ha subito voluto essere al fianco di queste famiglie poverissime. E, anche nella ricostruzione, ha pensato prima di tutto ai bambini e al loro futuro. Perché la cura dei più piccoli e la loro educazione sono una priorità.La scuola materna di Colachel è stata, ed è, un simbolo di rinascita, il luogo concreto che garantisce educazione e un pasto caldo ai bambini del villaggio. Ora i riflettori su quella tragedia si sono appannati ma povertà e analfabetismo rimangono. Per quei bimbi l’asilo rappresenta l’incontro con altri compagni e con insegnanti che sanno introdurli al mondo, stimolando la loro voglia di conoscere e scoprire. Negli ultimi tempi, con l’arrivo della crisi economica e un certo calo di donazioni, l’asilo rischiava di dover chiudere: ora invece, grazie a “Un dono lungo un mese” di Eticarim, la scuola andrà avanti, eccome!
Lui è Shalef, uno dei bambini di Colachel e la luce dei suoi occhi la dice lunga. Quella luce non si spegnerà: potrà avere ancora insegnanti preparati e spazi dove giocare, correre, cantare, imparare e porre le basi per il suo futuro.
Grazie a Eticarim, grazie a tutti gli amici dell’Associazione Namaste onore a te Onlus che hanno sostenuto il progetto“Facciamolo vivere”.