“Un dono lungo un mese” di Agevolando Onlus

Ci siamo lasciati contagiare dall’energia e dall’entusiasmo dei nostri ragazzi, chiave vincente anche per coinvolgere un pubblico giovane di donatori

L’Associazione Agevolando nasce nel 2010 per promuovere il benessere e la partecipazione di tutti quei ragazzi che crescono “fuori famiglia” (in comunità, affido o casa-famiglia) e che al compimento della maggiore età si trovano improvvisamente privi di sostegno e di tutela.

Troppo grandi per ricevere aiuto, troppo giovani per affrontare da soli il mondo adulto. E per molti di loro compiere 18 anni non è affatto una festa.

Nel 2012 con un gruppo di volontari adulti e di ragazzi, dopo aver conosciuto il presidente nazionale di Agevolando, decidiamo di fondare una sede dell’associazione anche a Rimini, sviluppando una serie di iniziative e progetti. Tra questi la nostra sede di Rimini, prima in Italia, dà vita a “Se potessi”, uno sportello informativo e di accompagnamento all’autonomia per tutti i giovani care leavers della provincia (“coloro che si prendono cura”). Muoviamo i primi passi soprattutto grazie al sostegno della Fondazione San Giuseppe per l’Aiuto Materno e Infantile e del Centro Giovani RM25.

Abbiamo cercato di tessere una rete di relazioni nel territorio coinvolgendo i servizi sociali di riferimento, le comunità di accoglienza, le associazioni e gli enti portatori di interesse in questo ambito. Abbiamo incontrato studenti, universitari, gruppi scout, cittadini. Al centro e veri protagonisti sempre i ragazzi: non semplici destinatari ma cittadini attivi e propositivi, con le loro storie, desideri, speranze.

Gradualmente da piccola realtà sconosciuta abbiamo cominciato ad essere noti nel territorio: questa scelta pensiamo sia stata propedeutica anche al progetto di raccolta fondi su Eticarim.

Prima di chiedere aiuto, abbiamo voluto farci conoscere e costruire legami di fiducia.

Nel progetto presentato su Eticarim abbiamo scelto di finalizzare la raccolta fondi all’inserimento lavorativo di uno dei ragazzi. Pensiamo che anche questa sia stata una scelta strategica perché il tema del lavoro è di grande attualità e una sfida sempre più difficile soprattutto per questi giovani che rischiano sempre più di rimanere ai margini.

I nostri progetti di inserimento lavorativo prevedono tirocini in azienda e una serie di azioni correlate per la formazione e lo sviluppo dell’autonomia (cfr: http://www.agevolando.org/piu-in-l-a-ragazzi-2/). Riteniamo che l’intreccio tra profit e non profit sia sempre più necessario: ogni inserimento lavorativo di un giovane svantaggiato, secondo gli ultimi dati, frutta alla società almeno il doppio!

Quali strategie si sono rivelate vincenti per raggiungere il nostro obiettivo di raccolta?

  • Innanzitutto porci un obiettivo piccolo e raggiungibile
  • Privilegiare contatti one to one, richieste personali e dirette
  • Metterci in gioco in prima persona. Come volontari dell’associazione siamo stati i primi a “metterci la faccia” sia concretamente (facendo le prime donazioni per dare il giusto sprint in partenza) che metaforicamente, per coinvolgere altri amici con il nostro esempio attraverso immagini e slogan
  • Abbiamo coinvolto a vari livelli e in modi diversi la base sociale dell’associazione, tutti si sono sentiti partecipi (non solo la sede di Rimini ma anche le altre sedi di Agevolando). Ognuno con le sue competenze: l’esperta di crowdfunding, chi si è concentrato sui testi, chi ha aggiornato la pagina Facebook, i nostri addetti alle “pubbliche relazioni”.
  • Ci siamo lasciati contagiare dall’energia e dall’entusiasmo dei nostri ragazzi, chiave vincente anche per coinvolgere un pubblico giovane di donatori (spesso più predisposti a donare online).

Al di là delle teorie e dei principi sempre validi, ci abbiamo messo soprattutto tanto cuore e tanta passione ed è stata una meravigliosa scoperta sentirci circondati dall’affetto e dalla stima di tanti amici che qui, ancora una volta, ringraziamo.

Grazie non solo a chi ha donato ma chi si è impegnato anche condividendo i nostri post su Facebook, divulgando l’invito attraverso le mailing list, parlando di noi ad amici e colleghi.

Se volete continuare a sostenerci, il nostro progetto sarà online ancora per 70 giorni!

Ma soprattutto, potete continuare ogni giorno a seguirci e, il prossimo 25 novembre, aspettiamo tutti al nostro aperitivo solidale in cui desideriamo incontrare i nostri donatori e tanti amici per aggiungere un ulteriore tassello al nostro progetto e alla nostra rete.

GRAZIE!

Cristina, Elisa, Silvia

www.agevolando.org
agevolandorimini@gmail.com
Fb: Agevolando Rimini