“Un dono lungo un mese” di #EmporioRimini

Sono Andrea Saravalle, ho 31 anni, una laurea in Economia presso l’Università Cattolica di Milano e un Dottorato di Ricerca in Economia e Management. Attualmente sono consulente tecnico di Volontarimini per il progetto #EmporioRimini, il primo supermercato solidale della provincia di Rimini. Volontarimini ‐ Associazione per lo Sviluppo del Volontariato della provincia di Rimini è un’organizzazione di organizzazioni di volontariato che dal 1997 gestisce il Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Rimini. Nella convinzione che una forte presenza del volontariato costituisca un fondamentale elemento di progresso sociale, civile ed economico, Volontarimini si propone di promuovere, qualificare e sostenere il volontariato riminese e di responsabilizzare la comunità locale rispetto alle problematiche su cui esso interviene.

Per il progetto #EmporioRimini mi sono occupato di diversi ambiti di lavoro: da responsabile raccolta fondi a responsabile formazione e inserimento dei volontari presso il market solidale, passando per l’area comunicazione con la creazione e gestione del sito web e della pagina Facebook. Questo mi ha permesso di avere una visione a 360° su tutto il progetto, andando a indagare e approfondire molteplici aspetti. Le potenzialità sociali d’intervento dell’Emporio sono enormi, con un risvolto concreto e immediato sulla collettività.

Difficilmente si trova un progetto sociale con così tanti risvolti e riscontri. Credo che veder nascere e crescere un progetto sociale sia qualcosa di straordinario, ancora di più se produce una forma di innovazione sociale nella nostra comunità. Formare e inserire i volontari è stata una crescita personale importante. Vederli poi essere pian piano sempre più autonomi nelle mansioni, è stata occasione di gioia e realizzazione personale e professionale.

Tra i volontari, mi piace citare l’esperienza di Inès, secondo lei far volontariato è mettersi al servizio del prossimo, del più bisognoso. Al servizio di quell’essere umano che, per sfortunate circostanze della vita, si trova in una condizione di disagio. Volontariato in Emporio è la prova pratica che questo è possibile. Inès, come volontaria attiva all’interno del progetto, si sente di testimoniare a favore dello scopo sociale di #EmporioRimini.

Definire un episodio in particolare da raccontare in queste righe, vorrebbe dire scegliere tra le difficoltà delle persone beneficiarie del progetto #EmporioRimini. La mia mente va però alle mille storie che le persone ti raccontano, in una sorta di confidenza, nel tentativo di avere un appoggio in un momento di difficoltà. Mi viene in mente il papà giovane disoccupato con la bimba di 18 mesi invalida, la mamma africana con 3 figli a cui il padre non passa gli alimenti, la signora anziana che vive col genero disoccupato e con seri problemi di salute, l’uomo che fa il pendolare tutti i giorni a Bologna perché altro lavoro non ha trovato. Mille occhi e mille storie che scorrono in qualche metro quadrato di market solidale.

L’Emporio nasce da una fitta rete di partner pubblici e privati. Si tratta di supermercato solidale destinato unicamente a persone in situazione di disagio economico. È come un supermercato qualsiasi con scaffali, prodotti esposti e carrelli della spesa. Ma non solo. Attraverso l’Emporio le famiglie possono trovare risposte per il proprio reinserimento sociale, grazie a un punto informativo che li guidi ai servizi attivi sul territorio. Sono 600 le famiglie riminesi che potenzialmente potrebbero usufruire di questo progetto. All’interno dell’Emporio non circola denaro, in quanto gli articoli non sono quantificati economicamente in euro. Il valore dei beni alimentari viene calcolato in punti, incentivando l’acquisto di frutta e verdura per una corretta alimentazione. Il nostro obiettivo è garantire per 4 mesi a tutti i beneficiari il fabbisogno alimentare di alcuni prodotti base come polpa e passata di pomodoro, farina, tonno, pastina e omogeneizzati per i più piccoli.

Con gli oltre 5.000 euro raccolti attraverso Eticarim potremo sostenere attivamente ben 200 famiglie nell’acquisto di questi beni di fondamentale importanza.

Per il raggiungimento di questo importante risultato è stato importantissimo il ruolo di tutti i partner e delle numerose associazioni di volontariato coinvolte nella gestione dell’Emporio, che si sono attivate per invitare la cittadinanza a donare, anche attraverso l’organizzazione di eventi. Penso ad esempio al concerto di solidarietà della Banda della Città di Rimini, il cui ricavato è stato completamente destinato a #EmporioRimini.

Grazie a tutti!

P.s. Di seguito il video, che parla di #EmporioRimini, partecipante al Concorso LOOPING HOPE organizzato da La Società de Borg in collaborazione con VolontaRimini in occasione della XX Festa de Borg – Rimini 3-4 settembre 2016.